Nome in codice?

IMG_8727.jpg

Comunicare via messaggi, per chat o per e-mail ormai è sempre più popolare. Nei messaggi, i giovani specialmente, non danno importanza alla punteggiatura, alle regole grammaticali o all’ortografia.Illustri linguisti definiscono la lingua dei giovani un “guazzabuglio”. Certamente è una lingua che tende piuttosto all’eccesso che alla sobrietà. I giovani si esprimono attraverso emoticon, abbreviano le parole e ne coniano di nuove. Continua a leggere